Beewi Presenta Le Cuffie Wireless Con Accoppiamento Nfc 445

Si chiamano BBH-300 e sono le nuove cuffie bluetooth senza fili di BeeWi. Queste nuove cuffie sono state presentate durante il Mobile World Congress di Barcellona e fra tutte le varie possibilità (come l’accoppiamento standard tramite bluetooth e codice di verifica) troviamo anche NFC.

Sarà di fatto possibile associare le cuffie semplicemente avvicinandole al proprio smartphone dotato di NFC e da quel momento potremo subito ascoltare la musica. La base di ricarica funge poi come accessorio aggiuntivo e permette di “rendere” bluetooth” qualsiasi stereo tradizionale che prima non lo fosse stato. Basterà infatti collegare la base all’ingresso aux di …

Rhythmtrak Misura Il Tuo Battito Cardiaco E Trasmetti I Risultati Via Nfc 545

NFC viene incontro anche nell’ambito medito e lo fa grazie a RhythmTrak, un sistema creato dalla coalizione fra una azienda produttrice di chip svedese e una azienda sanitaria privata statunitense.

Il dispositivo è grande quanto una carta di credito e permette di misurare i battiti cardiaci semplicemente schiacciandola per qualche secondo con i nostri pollici. I risultati vengono poi trasmessi via NFC ad un dispositivo dotato di NFC (nel video un Samsung Galaxy Nexus)  per essere analizzati con un opportuno software e poter a questo punto inviare i risultati ottenuti anche al proprio medico.

Il dispositivo è in fase …

%3freplytocom%3d233

Google ha presentato, durante l’evento per sviluppatori Google I/O tenuto qualche giorno fa, alcune novità riguardanti l’implementazione di NFC sulla versione 4.1 di Android denominata Jelly Bean.

In questa versione di Android sarà possibile associare accessori bluetooth con un tap tramite NFC e anche trasferire file più consistenti sempre tramite NFC. Ovviamente il trasferimento è in realtà delegato al bluetooth (peccato che non sia stato scelto Wi-Fi Direct), mentre l’associazione sarà tramite NFC, ma il processo sarà del tutto trasparente all’utente finale.

Ovviamente anche il nuovo tablet, ASUS Nexus 7, presentato sempre durante il Google I/O sarà dotato …

Arm Aggiungera Il Supporto Nfc Ai Suoi Prodotti 322

ARM, leader incontrastato nel campo dei chip per dispositivi mobili, sta lavorando in collaborazione con Proxama, azienda britannica specializzata in NFC, per creare un meccanismo di pagamento sicuro per cellulari.

L’obiettivo è integrare la tecnologia  TrustZone di ARM, che crea un’area protetta all’interno di un chip, con il mobile wallet NFC di Proxama, allo scopo appunto di avere un ambiente altamente sicuro per i pagamenti mobili.

Nel corso del 2012, secondo ARM, ci sarà una crescita esponenziale di smartphone e tablet che avranno funzionalità di sicurezza avanzate, basate su TrustZone, che creeranno così la base ideale per

Successo Di Consensi Per Un Trial Nfc In Nuova Zelanda 583

Successo senza precedenti per un trial relativo a NFC che si è tenuto in Nuova Zelanda. Il test è avvenuto in collaborazione fra BNZ (una banca), Vodafone e VISA. I fortunati 44 dipendenti Vodafone e BNZ hanno potuto provare in anteprima i pagamenti in mobilità per ben 4 mesi.

Ben il 97% di loro si è dichiarata contenta del test e che utilizzerà in futuro questa tecnologia (incerto il restante 3%). Uno dei dati più sorprendenti è che ben il 14% si è dimostrato favorevole a pagare una piccola quota (3 dollari neo zelandesi) mensile per poter usufruire del servizio. …

Paybyphone Porta Il Parchimetro Nfc Anche In Inghilterra 509

PayByPhone aveva già trovato spazio in queste pagine per l’introduzione del pagamento tramite NFC nei parcheggi di San Francisco. Sempre di parcheggi parliamo questa volta, ma questa volta in Europa e per la precisione Tunbridge Wells nel Kent in Inghilterra.

Il sistema permette di avvicinare lo smartphone al parchimetro, avviare l’applicazione e pagare per quanto rimarremo in sosta. Se poi dovessimo prolungare la nostra permanenza basterà pagare il restante tempo anche a distanza sempre tramite smartphone.

Fonte

Mcdonalds Testa In Austria I Pagamenti Rapidi Con Nfc 519

La banca austriaca PayBank ha stretto un accordo con McDonald’s per abilitare i pagamenti tramite NFC nei negozi della nazione transalpina. Sarà possibile eseguire pagamenti di massimo 25€ per un totale di 50€ al giorno, senza però bisogno di utilizzare nessun PIN.

Per utilizzare il servizio bisogna possedere un conto con la banca e associare un numero di telefono sul quale verrà associato il pagamento. In questo modo basterà avvicinare lo smartphone (o in alternativa lo steaker ufficiale) al piccolo PayBox per confermare il pagamento. I soldi verranno poi scalati solo alcuni giorni dopo.

Gli smartphone ufficialmente certificati da …

Panasonic Tornera Con Gli Smartphone In Europa Con Un Telefono Nfc 44

Panasonic aveva abbandonato già da molti anni il mercato dei telefoni in Europa, continuando però a macinare successi nel continente asiatico.

E’ di oggi l’annuncio del ritorno nel nostro continente a partire da marzo 2012 con uno smartphone Android con schermo da 4,3 pollici e chip NFC integrato. Speriamo che Panasonic riesca ad esportare anche una parte della cultura dei pagamenti mobili presenti in Asia.

Fonte

Moneto Rende Compatibile Con Nfc Smartphone Android E Ios 174

Si chiama Moneto ed è il primo sistema universale (o almeno per Android e iPhone) che permetterà di far diventare qualsiasi dispositivo non NFC, compatibile con i pagamenti mobili.

Per lo smartphone Apple sarà necessario un adattatore in cui infilare il telefono dal prezzo di circa 80$, mentre per Android sarà sufficiente l’uso della microSD creata appositamente, al costo di 30$ circa. Dopo questi passi sarà sufficiente scaricare l’applicazione dedicata dal market del proprio telefono e questo diventerà abilitato per i pagamenti senza fili tramite Mastercard Paypal.

Fonte

Add Friend Lapplicazione Per Diventare Amici Con Nfc Su Android 34

Interessante applicazione disponibile da oggi per Android. Add Friend è un piccolo software per l’OS di Google che permetterà a due persone appena conosciute di diventare amiche su Facebook semplicemente mettendo a contatto i propri smartphone.

L’applicazione dovrà ovviamente essere installata su entrambi gli smartphone e al momento è disponibile solo per Android, ma se questa idea dovesse essere fatta propria da Facebook stessa, nella sua applicazione, potrebbe diventare davvero un successo.

Fonte